giovedì 11 ottobre 2018

Focaccia Contorta con Cipolle e Peperoni Cruschi in Polvere

Alta, soffice, buona, la simpatica forma a chiocciola, rende questa focaccia particolarmente scenografica da presentare a tavola. Molto facile da realizzare e il ripieno può variare a seconda dei gusti. Oggi ve la propongo con degli ingredienti tipicamente lucani. Può essere servita come antipasto o portata ad una scampagnata fra amici.









Ingredienti per l'impasto
1kg di farina 0
600ml di acqua tiepida
7g di lievito disidratato
2 cucchiai di olio e.v.o. 

½ cucchiaio di sugna

20g di sale



Per il Ripieno
Polvere di Peperoni Cruschi q.b.
Olio e.v.o q.b.
600g di cipolle bianche

Procedimento
Preparare un lievitino con 100g di farina presi dal totale, il lievito e acqua q.b. Far lievitare per circa un'ora o fino al raddoppio. Mettere la farina setacciata nella ciotola della planetaria, aggiungere il lievitino, l'olio, la sugna ed iniziare ad impastare aggiungendo l'acqua un pò alla volta. Lavorare l'impasto fino a renderlo liscio ed elastico. Prima di terminare, aggiungere il sale. Formare una palla, metterla in una ciotola infarinata e coprirla con la pellicola. Far lievitare per circa 3/4 ore. Nel frattempo sbucciare le cipolle, tagliarle finemente, friggerle nell'olio e.v.o. per circa 15 minuti e lasciarle raffreddare. Dopo la lievitazione, rovesciare l'impasto su una spianatoia con poca farina. Con l'aiuto di un matterello formare un rettangolo, spennellarlo con l'olio e la polvere di peperoni cruschi. Distribuire in modo uniforme le cipolle. Avvolgere il rettangolo dalla parte più lunga, formare un rotolo, attorcigliarlo delicatamente e porlo in una teglia unta, formando una chiocciola. Far lievitare per un'ora. Distribuire un pizzico di peperone crusco sulla focaccia e spennellarla con l'olio. Cuocere in forno caldo a 180° per 35/40 minuti.

giovedì 27 settembre 2018

Ciambella di Carote e Mandorle

Delicata, buonissima, profumata e semplice! Con il suo incredibile sapore, la Ciambella di Carote e Mandorle, è perfetta per accontentare tutta la famiglia, sia per la colazione che per la merenda. Con la sua sofficità e la particolare aroma, delizia anche i palati più esigenti. Consigliatissima per i bambini!




Ingredienti
250g di farina 00
230g di mandorle pelate e tritate finemente
230g di zucchero
250g di carote grattugiate grossolanamente
100ml di olio di girasole
4 uova medie
1 cucchiaino di aroma vaniglia
La scorza di un'arancia grattugiata
Il succo di un'arancia
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Procedimento
Lavare e pelare le carote, grattugiarle e tamponarle bene con un panno per eliminare il liquido in eccesso. Nella planetaria, montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, le mandorle, la buccia e il succo d'arancia, l'aroma alla vaniglia, l'olio e il sale. Amalgamare bene il tutto e versare il composto in una teglia imburrata e infarinata del diametro di 24cm. Cuocere in forno caldo a 170° per 50 minuti. Dopo i primi 30 minuti di cottura, coprire la ciambella con della carta d'alluminio per non farla scurire troppo. Se gradite, potete cospargere la ciambella con dello zucchero a velo vanigliato o con una glassa di zucchero.

sabato 19 maggio 2018

Spiedini di Polpette di Tonno

Invitanti e deliziose queste piccole polpette di tonno. Semplicissime da preparare ed ottime come antipasto in un menù a base di pesce. La croccantezza della panatura, crea un meraviglioso contrasto con la morbidezza del ripieno che viene esaltato dall'aroma e dalla freschezza della scorza grattugiata del limone. Adatte ad ogni occasione e di sicuro successo fra i commensali, sono perfette come finger food durante un aperitivo o un buffet.





Ingredienti
400g di mollica di pane casareccio
400g di filetti di tonno all'olio d'oliva
4 uova
100g di grana grattugiato
100g di olive verdi denocciolate
1 limone
Sale q.b.
Prezzemolo q.b.
Pangrattato
Olio di semi di arachide per friggere
20 pomodorini a ciliegia 
Origano q.b.

Procedimento
Sbriciolare la mollica di pane in una ciotola, aggiungere il tonno sminuzzato, il prezzemolo tritato finemente, le uova, il sale, il formaggio, la scorza grattugiata del limone, le olive denocciolate tagliate a pezzetti e mescolare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Con le mani, formare delle polpette e passarle nel pangrattato. Versare l'olio in un tegame, appena sarà ben caldo, immergere 3 o 4 polpette alla volta e far friggere fino a doratura. Scolare e trasferirle su un foglio di carta da cucina. Tagliare a metà i pomodorini, salarli e spolverizzarli con un pizzico di origano. Infilare in ogni stecchino 3 polpette alternandole con i pomodorini tagliati a metà. Servire gli spiedini ancora caldi.
Per una cottura più leggera, cuocere le polpette in forno ventilato a 200° per 10 minuti.

giovedì 26 aprile 2018

Peperoni Ripieni alla Lucana (Pupacc Chijnë)

Pochi e semplici ingredienti per realizzare un piatto della tradizione lucana e contadina da leccarsi i baffi. A rendere speciale questo piatto è il principe dei peperoni: il Peperone di Senise (IGP)!!! Coltivato in tutta la Val Sarmento, da un pò di anni a questa parte ha attirato l'attenzione dei più grandi chef mondiali. Oggi ve li propongo ripieni, piacciono davvero a tutti e non saprete più farne a meno.







Ingredienti
10 Peperoni Cornetti di Senise
500g di pane raffermo casareccio
5 acciughe dissalate
1 pomodoro maturo
Origano q.b.
Olio e.v.o. q.b.
Un pizzico di sale
1 spicchio d'aglio

Procedimento
Scegliere dei peperoni grandi e dritti, lavarli ed asciugarli. Con l'aiuto di un coltellino, tagliare il picciolo senza rovinare il peperone e rimuovere i semi e i filamenti. In una ciotola sbriciolare la mollica di pane raffermo, unire il pomodoro tagliato a cubetti, le acciughe tagliate a pezzi, l'aglio tritato finemente, il pizzico di sale e condire tutto con l'olio. Amalgamare bene l'impasto. Riempire i peperoni con il composto. In un tegame, far riscaldare l'olio e friggere i peperoni girandoli spesso.

giovedì 29 marzo 2018

Ciambellone Delle Feste

Il profumo e il sapore di questa ciambella ha origini antichissime. Tramandata di madre in figlia, è giunta a me qualche anno fa da un'anziana e amorevole signora che ricordo con tanto affetto e che mi ha svelato i segreti di questa sua buonissima ricetta. Rimasta stupita dal suo sapore è diventata da subito una delle mie ciambelle preferite. Ideale per ogni tipo di festa!
Auguri di Buona Pasqua a tutti!!!




Ingredienti
500g di farina 00
3 uova grandi
350g di zucchero
125g di burro
250g di uva passa
250g di nocciole tostate
70g di frutta candita
50ml di sambuca
1 bustina di cannella (meglio la stecca macinata)
I semi di una bacca di vaniglia
10g di cremor tartaro
7g di bicarbonato
1 bustina di lievito per dolci

Per la Ghiaccia Reale
30g di albume
130g di zucchero a velo
1 cucchiaino di succo di limone

Per la Decorazione
Bastoncini di zucchero colorati
Ovetti confettati

Procedimento
In una planetaria, sbattere le uova intere con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose. Aggiungere il burro ammorbidito e la farina setacciata lasciando amalgamare. Unire all'impasto ottenuto la cannella, la vaniglia, la sambuca, l'uva passa infarinata, le nocciole tritate grossolanamente e la frutta candita continuando a mescolare. Aggiungere in fine il cremor tartaro, il bicarbonato e la bustina di lievito amalgamando il tutto. Infarinare uno stampo per ciambelle da 24cm, versare il composto ed infornare in forno preriscaldato a 170° per un'ora.
In una ciotola, montare bene gli albumi con il succo di limone e aggiungere un pò alla volta lo zucchero a velo setacciato. Amalgamare bene fino ad ottenere una glassa senza grumi. Versare la ghiaccia sulla ciambella e decorare a piacere.

martedì 27 marzo 2018

Colombelle Pasquali

In questo periodo pasquale le ricette fantasiose non mancano. Quella che voglio proporvi oggi, prende spunto da uno dei simboli più importanti e pieni di significato: la colomba della pace! Realizzarle è molto semplice, bastano davvero poche mosse. L'impasto che ho usato è della tradizione nojese e viene utilizzato per la realizzazione dei taralli (Cullùrë). Molto eleganti e simpatiche da usare come segnaposto o da servire come antipasto al posto del pane il giorno di Pasqua.







Ingredienti
1kg di farina 0
3 uova
80ml di sugna sciolta
1 cucchiaio raso di sale
1 cubetto di lievito di birra
Acqua tiepida q.b.

Per la decorazione
Chiodi di garofano

Procedimento
Preparare un lievitino con metà farina e metà cubetto di lievito sciolto in acqua tiepida. Far lievitare fino al raddoppio. Mettere nella ciotola della planetaria la farina rimasta, le uova, la sugna, l'altra metà del cubetto di lievito sciolto in acqua e il panetto lievitato. Amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un impasto morbido. Aggiungere il cucchiaio di sale e continuare ad impastare per qualche minuto. Trasferire in una ciotola infarinata l'impasto e far lievitare per 3 ore circa. Trascorso il tempo di lievitazione, mettere l'impasto su una spianatoia e formare dei panetti di circa 45g. Formare dei bastoncini di circa 25cm, formare delle coppie e intrecciarli fra di loro come nella foto allegata. Spezzettare i chiodi di garofano per formare gli occhi. Ottenute le colombelle, disporle su una teglia ricoperta con carta forno e infornare a 180° per 20 minuti circa stando attenti a non farle scurire troppo. Con questo impasto si posso ottenere anche degli ottimi taralli.

domenica 25 marzo 2018

Biscotti Decorati Pasquali

Con un pò di pasta frolla, un pò di ghiaccia reale, della pasta di zucchero colorata e tanta fantasia, ho creato questi simpatici biscotti pasquali. Perfetti per decorare le nostre tavole durante questo periodo dell'anno grazie al loro effetto scenografico, oppure ideali da regalare agli amici, confezionati in bustine trasparenti. Auguro a tutti voi una serena Pasqua!















Ingredienti per la Pasta Frolla

500g di farina 00
250g di burro
180g di zucchero a velo
4 tuorli
Un pizzico di sale
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
La buccia di un limone grattugiata

Per la Ghiaccia Reale

130g di zucchero a velo setacciato
30g di albume
Un cucchiaio di succo di limone

Per la Pasta di Zucchero

450g di zucchero a velo
30g di acqua
2 fogli di colla di pesce
50g di miele d'acacia
15g di burro
Aroma vaniglia
Coloranti Alimentari in Polvere e Gel
Rosso, Azzurro, Verde, Nero, Giallo, Rosa, Viola
Glitter spray in polvere madreperlato
Colla alimentare

Procedimento per la Pasta Frolla

Impastare tutti gli ingredienti come per una semplice pasta frolla. Ottenere un impasto liscio e lasciar riposare per 2 ore in frigo avvolta in una pellicola (io l'ho preparata il giorno prima). Stendere l'impasto in una sfoglia dello spessore di ½ cm e ricavare i biscotti con gli stampini di diverse forme. Disporli su una teglia con carta forno e lasciare in frigo per circa un'ora per far si che non cambino forma durante la cottura. Infornare a 175/180° per 10/12 minuti. Controllarli spesso per evitare che si scuriscano. Dopo la cottura, farli raffreddare bene. Nel frattempo preparare la ghiaccia e la pasta di zucchero.

Per la Ghiaccia Reale

In una ciotola, montare bene gli albumi con il succo di limone e aggiungere un pò alla volta lo zucchero a velo setacciato. Amalgamare bene fino ad ottenere una glassa senza grumi. Trasferire la ghiaccia in piccole ciotole, colorare con i coloranti in gel e metterli nelle sac a poché.

Per la Pasta di Zucchero

In un pentolino mettere l'acqua con la colla di pesce spezzettata per 10 minuti. Aggiungere il miele, il burro, la fiala al limone e far sciogliere il tutto a fiamma bassa. Nella planetaria, mettere lo zucchero a velo setacciato e aggiungere il composto liquido. Impastare a velocità minima.
L'impasto dovrà risultare morbido.

E' l'ora di scatenare la fantasia! Per distribuire bene la ghiaccia, potete aiutarvi con uno stuzzicadenti. Una volta decorati con la ghiaccia, far asciugare bene e proseguire con la pasta di zucchero assemblando gli elementi con la colla alimentare.

domenica 11 febbraio 2018

Graffe Napoletane

A Carnevale un peccato di gola va fatto, specialmente se fritto e tanto gustoso come le Graffe. Queste sofficissime ciambelline, dagli ingredienti molto semplici, sono antichissime e risalgono alla dominazione austriaca in Campania. Piacciono a tutti, al punto tale che sono nati dei veri e propri punti vendita dedicati a questo dolcino. La ricetta base è molto semplice, possono essere fritte o al forno, ottime servite con la cioccolata, con la crema o con il gelato.





Ingredienti per 28 Graffe
500g di farina manitoba
300g di patate pasta gialla lessate e passate
100ml di latte intero
60g di burro ammorbidito
2 uova intere
90g di zucchero
18g di lievito di birra
10g di estratto di vaniglia
Un pizzico di sale
Un cucchiaio di Cointreau (o liquore all'arancia)
La scorza di un'arancia grattugiata
1lt di olio d'arachidi per friggere
Zucchero semolato per la guarnizione

Procedimento
Lessare le patate, sbucciarle, passarle nello schiacciapatate e farle raffreddare. Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido. Nella planetaria con il gancio a foglia, versare la farina setacciata, le patate, l'estratto di vaniglia, lo zucchero, le uova, la scorza grattugiata dell'arancia, il liquore, il pizzico di sale ed iniziare ad impastare. Versare un pò per volta il latte. Una volta assorbito, aggiungere il burro un fiocchetto alla volta. Ottenere un panetto morbido. Trasferire l'impasto in una ciotola leggermente infarinata e lasciar lievitare per 3 ore o fino al raddoppio. Una volta lievitato, mettere l'impasto su una spianatoia, sgonfiarlo, piegarlo 2 volte su se stesso e stenderlo con un mattarello formando un rettangolo dello spessore di un cm. Con un coppapasta dal diametro di 8cm, ricavare dei dischi e bucarli al centro con un tagliabiscotti da 2cm. Far lievitare per un'ora i dischi su una teglia ricoperta di cartaforno. Trascorso il tempo, mettere a scaldare l'olio, fino a raggiungere i 175/180° (di solito io provo con un pezzettino d'impasto, la temperatura ideale, sarà raggiunta alla formazione delle prime bollicine). Ritagliare la cartaforno sotto ogni disco d'impasto in modo che non perdano la forma. Immergerli nell'olio bollente con la carta e rimuoverla con una pinza, appena si stacca. Friggerne 2 o 3 per volta girandole spesso fino alla doratura. Prelevare con una schiumarola e metterle a perdere l'unto su una carta assorbente da cucina. Passarle velocemente nello zucchero semolato.

sabato 16 dicembre 2017

Pasticcini di Pasta di Mandorle con Mirror ai Frutti di Bosco

Questi pasticcini sono tra i miei preferiti in assoluto! Croccante fuori e morbido dentro, davvero unico nel suo genere. La preparazione è semplice e veloce, un classico della pasticceria siciliana che ho rivisitato per venire incontro ai miei gusti.  Ho utilizzato il Mirror ai frutti di bosco perchè oltre ad una splendida decorazione, conferisce a questi pasticcini un sapore speciale.





Ingredienti
250g di farina di mandorle
225g di zucchero Zefiro
Un cucchiaino di miele d'acacia
85g di albume (da aggiungere un pò alla volta)
2 fialette di aroma mandorla
50g di arancia candita frullata

Per la decorazione
3g di colla di pesce
125g di mirror ai frutti di bosco

Procedimento
In una ciotola, mettere tutti gli ingredienti ed aggiungere un pò alla volta gli albumi a temperatura ambiente e leggermente sbattuti. Amalgamare bene il composto. Se dovesse risultare troppo duro, aggiungere ancora un pò di albume, fino a raggiungere la giusta morbidezza. Mettere il composto in una sac à poche con la bocchetta a stella. Su di un tappetino in silicone o su una teglia ricoperta con carta forno, formare dei cestini a mo' di ciambellina, facendo doppio giro. Mettere in frigo per tutta la notte (per evitare che cambino forma durante la cottura). Infornare in forno ventilato e preriscaldato a 180° per 10/12 minuti (La temperatura e i tempi di cottura possono variare da forno a forno). Farli raffreddare e staccarli. Ammollare la colla di pesce per 10 minuti in acqua fredda. Riscaldare in un pentolino un pò di mirror ai frutti di bosco (evitare di scaldare tutto il composto per preservare il colore ed il sapore). Aggiungere la colla di pesce ammollata e farla sciogliere. Unire il resto del mirror e mescolare bene. Con la gelè ai frutti di bosco ottenuta, riempire i buchi dei pasticcini fino all'orlo e farla solidificare.