lunedì 9 settembre 2019

Patate Sfrante con Gamberetti

Siete alla ricerca di un antipasto abbastanza veloce, tiepido o anche freddo, senza rinunciare al gusto!? Questo che vi propongo, è quello che fa per voi. Questo piatto di origine Nojese (per chi non lo sapesse ancora, Noepoli (PZ) è il mio paese natale), è molto antico e veniva fatto dalle mogli dei contadini o dei lavoratori in generale, al mattino o addirittura la sera prima, per portarlo in campagna e consumarlo all'ora di pranzo. Oggi, viene ancora preparato come antipasto o come contorno. Il nome "Patëanë Sfrantë" deriva dal fatto che le patate venissero schiacciate con i rebbi della forchetta. Ho voluto arricchire questo piatto che nasce povero, aggiungendo i gamberetti che mi piacciono tanto ma possono essere sostituiti con della carne tipo spezzatino o con delle verdure trifolate o arrostite a seconda dei propri gusti.




Ingredienti
1kg di patate
300g di gamberetti
Polvere di Peperoni Cruschi q.b.
1 spicchio d'aglio
Olio e.v.o. q.b.
Prezzemolo q.b.
Vino bianco q.b.
Sale q.b.

Procedimento
Lessare le patate, pelarle e schiacciarle grossolanamente con una forchetta. In un tegame, far rosolare lo spicchio d'aglio nell'olio, eliminarlo ed aggiungere la polvere di peperoni cruschi. Mescolare in fretta senza far bruciare. Aggiungere le patate schiacciate, amalgamare bene il tutto, far insaporire e spegnere il fuoco. Sgusciare i gamberetti, eliminare l'intestino, lavarli e tamponarli con della carta da cucina. In un tegame con un po' d'olio, rosolare i gamberetti per un minuto con del prezzemolo tritato finemente, aggiungere il vino bianco e farlo evaporare. Togliere i gamberetti dal tegame e far restringere il sughetto. Tagliare in pezzi la metà dei gamberetti ed aggiungerli al composto di patate. Con l'aiuto di un coppapasta rotondo, disporre il composto di patate su un piatto da portata, guarnire il tortino ottenuto con i gamberetti rimasti e versare sopra il fondo di cottura.

Nessun commento:

Posta un commento